Premio Bulgarini

Pagina in costruzione

L’istituzione del «Premio Bulgarini» fu creata dallo storico tiburtino N. H. cav. Francesco Bulgarini il quale, con atto del notaio e cancelliere vescovile Pietro Serbucci, il 15 gennaio 1856 donò ai religiosi delle «Scuole Cristiane» un censo di 240 scudi, con rendita di 12 scudi all’anno, allo scopo di assegnare medaglie d’argento e di bronzo ai giovani che maggiormente si distinguessero nello studio di un compendio di storia patria.

Il censo passò al Comune dopo il 1870, le premiazioni ebbero luogo fino all’anno 19l4, inizio della prima guerra mondiale, senza essere più riprese. Nel 1953-54 il N. H. cav. Alfredo Bulgarini, erede dello storico Francesco, officiato dai dirigenti della Società Tiburtina di Storia e d’Arte, riprese la vecchia tradizione e rinnovò l’impegno e la partecipazione allo svolgimento del «Premio Bulgarini».”

(da Renzo Mosti, Storia e monumenti di Tivoli, Tivoli 1968, pag. 5, nota 1.