Giorgio_Petrocchi

Intitolata una via a Giorgio Petrocchi (1921-1989), sabato 19 ottobre 2019.

Sabato 19 ottobre 2019, alle ore 11.00, vi è tenuta la cerimonia di svelatura delle targhe toponomastiche della Via Giorgio Petrocchi, individuata nel significativo tratto di strada (già via Tiburto) che porta da largo Saragat (Piazzale del Cimitero) a via Rosario Romeo, e su cui si affacciano le sedi scolastiche dei Licei Classico, Artistico e Scientifico di Tivoli.

Giorgio Petrocchi (1921-1989), critico e filologo italiano, Accademico dei Lincei e Accademico della Crusca, contribuì alla fondazione delle Università LUMSA e Roma Tre, dopo aver insegnato Letteratura italiana dapprima presso l’ateneo messinese e poi per lunghi anni essere stato preside dell’allora facoltà di Magistero della “Sapienza”. Cominciò ad appassionarsi ai manoscritti lavorando alla Biblioteca Angelica di Roma. Si occupò di numerose edizioni critiche, dedicando molta parte del suo lavoro alla letteratura del Duecento, a Torquato Tasso e alla Commedia di Dante. Altri attenti e apprezzati studi ha dedicato tra gli autori dell’Ottocento ad Ugo Foscolo ed Alessandro Manzoni. Figlio di Giuseppe, tra i collaboratori di Vincenzo Pacifici nell’attività prebellica del sodalizio ed autore della presentazione nel volume del 1951, in cui la Società riprese la propria attività, e fratello di Massimo, per lunghi anni presidente della Società Tiburtina di Storia e d’Arte, fu tra i soci collaboratori della rivista sociale ATTI E MEMORIE. Giorgio Petrocchi riposa nel Cimitero della nostra città.

 

Giorgio_PetrocchiTarga_via_Giorgio_Petrocchi

Giorgio Petrocchi introduce la lettura del primo canto dell’Inferno, recitato da Giorgio Albertazzi per la Rai.