Archivi del mese: gennaio 2019

Attività sociale 2019

Pagina in costruzione

Calendario (provvisorio) conferenze e visite guidate primavera 2019

Conferenze

Venerdì 12 aprile 2019: Prof.ssa Anna Maria Panattoni: A tavola con gli antichi. Il cibo tra archeologia, storia, letteratura e costume.

Venerdì 3 maggio 2019 prof. Francesco Ferruti: Camillo Pierattini e la Deposizione di Tivoli. Il punto sugli studi trentasei anni dopo.

Venerdì 10 maggio 2019 prof. Alcibiade Boratto: Ricordi dei bombardamenti su Tivoli della seconda guerra mondiale.

 

Calendario (provvisorio) conferenze e visite guidate autunno-inverno 2019

settembre 2019: dott. Marcello Orlandi: La pittura medievale nella valle dell’Aniene. Iconografia e iconologia. 

Venerdì 27 settembre 2019: Prof.ssa Anna Maria Panattoni: “Prosit” .Il vino protagonista del simposio e dei banchetti.

 

 

 

 

lavori

Attività sociale 2018

 

 

Attività sociale 2018

 

 

Conferenze

Venerdì 13 aprile 2018                    Conferenza del dott. Zaccaria Mari: L’imperatore Adriano e Tibur.

Venerdì 11 maggio 2018                  Conferenza del prof. Fulvio Cairoli Giuliani: Sistemi antisismici nell’architettura antica.

Venerdì 18 maggio 2018                  Conferenza del prof. Francesco Ferruti: Il trittico del SS. Salvatore: patrimonio comune da salvaguardare.

Venerdì 14 settembre 2018              Conferenza del dott. Marcello Orlandi: La catacomba di S. Vittorino presso Amiternum: la diffusione del culto dei martiri nel territorio tiburtino e sublacense.

Venerdì 21 settembre 2018              Conferenza del gen. Angelo Pacifici: 1918-2018, a cento anni dalla fine della grande guerra, le battaglie della nostra vittoria.

Venerdì 28 settembre 2018              Conferenza della prof.ssa Anna Maria Panattoni: Tutte le strade portano a …Tivoli. Considerazioni sulla viabilità antica.

 

 

Visite guidate

Sabato 21 aprile 2018 Visita guidata del prof. Franco Sciarretta all’area archeologica  della vestale Cossinia.

Sabato 5 maggio 2018 Visita guidata del prof. Francesco Ferruti alla Chiesa e Cappella di S. Stefano ai Ferri.

 

 

 

 

Riaffiora un criptoportico della cosiddetta villa di Valerio Massimo a Tivoli

Il criptoportico (ovvero “portico nascosto” per passeggiate al fresco) è solo un braccio di un complesso ipogeo molto più ampio, venuto alla luce a circa 4 metri di profondità, in modo del tutto inatteso, durante lavori Acea in viale G. Mazzini, quasi davanti alla Stazione Ferroviaria. Il sotterraneo è parte di una delle più grandi ville residenziali dell’antica Tibur, attribuita dalla tradizione erudita al censore M. Valerio Massimo (costruttore nel 307 a.C. della Via Valeria), scenograficamente disposta con terrazzamenti digradanti sul ridente pendio a destra del fiume Aniene. I resti della villa, situata lungo la stessa Valeria e confinante con la necropoli tiburtina, fu notevolmente distrutta alla fine dell’Ottocento dalla costruzione della Stazione. Il criptoportico, lungo m 15, alto 3, e terminante con un vano rettangolare ove era la scala di accesso, databile al II sec. d.C., si segnala per la pregevole decorazione in stucco dipinto, particolarmente conservata sulle volte a botte che presentano le caratteristiche finestre “a gola di lupo” per far entrare aria e luce, ma non il calore. Gli stucchi si articolano in piccoli lacunari quadrati con ricca cornice a ovuli, racchiudenti una rosetta. Fra i lacunari si interpongono steli foliati e nei punti di congiunzione era un’applique circolare, in bronzo o altro materiale pregiato, di cui restano le impronte. Le pareti, in opera laterizia, erano ricoperte di intonaco dipinto. Gli scavi in corso stanno scoprendo un pavimento a mosaico bianco che aveva anche la funzione di aumentare la luminosità dell’interno.
L’Acea su prescrizioni della Soprintendenza ha messo in sicurezza il criptoportico che non verrà più reinterrato, come previsto in un primo tempo, ma sarà accessibile tramite un pozzetto. Ciò anche al fine di rendere possibile un futuro intervento di restauro e un collegamento con la vicina tomba della vestale Cossinia. (Z. M.)

1_Brun_villa_valerio_massimo

Giovanni Brun, Avanzi della Villa di Valerio Massimo a Tivoli, da “Nuova raccolta di 100 vedute antiche della città di Roma e sue vicinanze / incise, e dedicate da Giovanni Brun, a sua eccellenza r[oman]a Monsr. D. Stanislao Sanseverino, de’ principi di Bisignano …”, Roma, ante 1816.

SCARICA TUTTO IL VOLUME DI GIOVANNI BRUN

Le immagini sotto riportate sono soggette a copyright

Villa_Valerio_Massimo_1

Villa_Valerio_Massimo_2

Villa_Valerio_Massimo_3

Villa_Valerio_Massimo_23

Villa_Valerio_Massimo_24Villa_Valerio_Massimo_31

Volta_criptoportico_Villa_Valerio_Massimo_2018

Particolare_volta_del_criptoportico_Villa_Valerio_Massimo_2018

Catalogo_Le_bellezze_Tiburis_Artistica_2017

Ristampato il catalogo della Mostra “Le bellezze di Tivoli nelle immagini e negli scritti del Grand Tour”

 

La Mostra “Le bellezze di Tivoli nelle immagini e negli scritti del Grand Tour”, che si è svolta dal 17 dicembre 2016 al 5 novembre 2017 nel Palazzo della Missione a Tivoli, ha meritato certamente una testimonianza, che potesse documentare, a distanza di tempo, quanto di bello è stato visibile nella Mostra stessa ed essere un preciso riferimento per un futuro allestimento di altre operazioni culturali.

Questo è lo scopo del Catalogo, redatto dal prof. Roberto Borgia, già preside delle Scuole Medie Statali “Luigi Coccanari” e “Giuseppe Petrocchi” e del Liceo Ginnasio Statale “Amedeo di Savoia” di Tivoli e da anni consigliere della Società Tiburtina di Storia e d’Arte; l’autore ha opportuno arricchire il discorso su ogni opera esposta inserendo anche riproduzioni di opere e documenti non sono presenti nella Mostra, ma che sono di necessario corollario per completare il discorso sulle “bellezze” esposte. Allo stesso modo sono stati inseriti brani di scrittori e studiosi italiani e stranieri.

Infatti lo spazio materiale a disposizione nelle didascalie della Mostra per illustrare le opere stesse era veramente esiguo e molti aspetti delle “bellezze” di Tivoli sarebbero rimasti certamente in ombra, non valorizzati esaurientemente e sconosciuti agli stessi tiburtini, che pure vedono ogni giorno tali “bellezze”. Per amare la nostra città bisogna conoscerla per quello che è e soprattutto per quella che è stata, per collaborare tutti alla valorizzazione e alla conservazione di quanto ci ha dato la natura, (non per nostri meriti!) e di quanto ci hanno lasciato i nostri antenati.

Spesso l’incuria in cui lasciamo le opere d’arte sul nostro territorio o peggio ancora aggrediamo il territorio stesso è dettata proprio dalla scarsa conoscenza della nostra città! Vengono in mente a questo proposito le parole del primo storico tiburtino, il medico tiburtino Marco Antonio Nicodemi, che nel XVI secolo auspicava che: « … i tiburtini non solo tornino ad onorare la memoria degli antichi, ma vengano istruiti riguardo gli errori, se commessi, dei loro antenati; vengano perciò attratti ad imitarne le virtù e che possano essere capaci di esercitarsi più a lungo nella loro pratica; e così comprendano di essere debitori verso la Provvidenza divina, dal momento che tanti e tanto grandi luoghi fortificati, città, regni, provincie e grandissimi imperi vennero completamente meno o caddero in malora. Tivoli, in verità così antica, pur dopo tanti saccheggi, rovine, incendi, prospera ancora con l’intercessione di quella Provvidenza, che è la vera carità divina».

La ristampa del volume, dopo la prima edizione pubblicata dalla Società Tiburtina di Storia e d’Arte in un numero limitatissimo di copie, è stata curata dalle edizioni Tiburis Artistica, con il patrocinio della Galleria 90 di Tivoli ed il volume stesso, in formato A4, di cm. 21,00 x cm. 29,5 è composto di ben 278 pagine con analogo numero di illustrazioni, la maggior parte a colori. Questa ristampa è stata arricchita dalla presentazione del Sindaco di Tivoli dott. Giuseppe Proietti e da una nota del prof. Cairoli Fulvio Giuliani riguardo “Il Santuario di Ercole Vincitore e i rilievi di C. A. Thierry”. Il volume può essere ritirato presso la Galleria 90, in via del Trevio, 90 a Tivoli nel normale orario di apertura del negozio.

 

Catalogo_Le_bellezze_Tiburis_Artistica_2017

Pagina_153_ BORGIA_Le_bellezze_di_Tivoli_2017
La pag. 153 del catalogo della Mostra “Le bellezze di Tivoli”.

 

Pagina_224_BORGIA_Le_bellezze_di_Tivoli_2017
La pag. 224 del catalogo della Mostra “Le bellezze di Tivoli”.

 

 

 

 

Catalogo_Le_bellezze_di_Tivoli_da_XL
L’articolo sul Catalogo apparso sul quindicinale XL, n. 16 del 21 settembre 2017, pag.8.
Copertina_Tivoli_fonte_di_luce_Tivoli_e_la_vestale_Cossinia_2018

Chiuse le Mostre “Tivoli, fonte di luce” e “Adolfo Scalpelli, pittore e soldato” nel Museo della Città di Tivoli

Nel Museo della Città di Tivoli in Piazza Campitelli sono state chiuse la Mostra “Tivoli, fonte di luce” e la Mostra “Adolfo Scalpelli, pittore e soldato” che hanno riportato un gran successo di pubblico.

Catalogo delle Mostre “Tivoli, fonte di luce” e “Tivoli e la vestale Cossinia”, a cura di Roberto Borgia, Tivoli, 2018[Scarica]
Du Paysage classique à Millet, Mayenne, 2012[Scarica]
Landscapes of the Grand Tour, Roma, 2011[Scarica]

Copertina_Tivoli_fonte_di_luce_Tivoli_e_la_vestale_Cossinia_2018