Tutti gli articoli di AmministratoreSTSA

Locandina_Tivoli_sotterranea_3

Rinviata a sabato 18 aprile 2020 (situazione sanitaria italiana permettendo) la visita guidata “Alla scoperta della Tibur sotterranea”.

 

Una interessante visita guidata viene proposta dalla Società Tiburtina di Storia e d’Arte per il 3235° Natale di Tivoli, curata dai consiglieri prof. Francesco Ferruti,  dott. Zaccaria Mari, dott. Claudio Vecchi e dalla consocia dott.ssa Valentina Cipollari.

Alla scoperta della Tibur sotterranea: tra vecchi e nuovi scavi

La visita guidata (inizialmente prevista per sabato 14 marzo 2020) è rinviata a sabato 18 aprile 2020 sempre con appuntamento alle ore 16,00 in Piazza del Duomo e sempre se la situazione sanitaria italiana lo permetterà.

Notissimi sono i monumenti ‘sopra terra’ dell’antica Tibur (templi dell’acropoli, anfiteatro, santuario di Ercole Vincitore…), mentre assai meno noti, o addirittura sconosciuti, sono quelli ‘sotterranei’ e ‘semisotterranei’, se si esclude il complesso Mensa ponderariaAugusteum.

            Per il fatto di essere distesa su un pendio (Tibur supinum la definisce Orazio in Carm. 3, 4, 23), la città romana richiese la costruzione di massicci muri di terrazzamento o di più articolate opere sostruttive voltate (c.d. substructiones) destinate a creare spianate (plateae) su cui erigere edifici pubblici e privati. Talora gli ambienti voltati inglobarono strade preesistenti o costituirono essi stessi percorsi di attraversamento al di sotto degli edifici. La città medioevale si è sostanzialmente sovrapposta alla civitas romana, ma a causa dei ben noti fenomeni di abbandono e successiva riutilizzazione di aree, cambi d’uso, ricostruzioni etc., in genere tutti con innalzamento di quota, ha finito con l’accentuare il carattere ipogeo di tante strutture preesistenti.

La Società Tiburtina di Storia e d’Arte, quindi, offre una visita guidata (in previsione delle manifestazioni per il Natale di Tivoli 2020) ad alcuni di tali suggestivi monumenti che, oltre al fascino che sempre caratterizza i luoghi nascosti, sono particolarmente rappresentativi per la storia della città del II-I sec. a.C. e, segnatamente, per ricavare un’immagine degli aspetti urbanistico-architettonici nel periodo della massima monumentalizzazione di età romana. Si visiteranno, pertanto, nella zona forense (Piazza Duomo) l’abside della basilica civile retrostante quella della cattedrale, entrambe oggetto di un restauro e di scavi che hanno portato all’acquisizione di nuovi elementi, la scenografica facciata del criptoportico di Piazza D. Tani, il c.d. “Mercato coperto” lungo Via del Colle, del quale è stata chiarita di recente la funzione, e il criptoportico del Palazzo già Coccanari Fornari in Piazza del Tempio d’Ercole, anch’esso oggetto di scavi che hanno fatto luce anche sulle fasi anteriori alla sua costruzione.

Locandina_Tivoli_sotterranea_3

Stemma_Societa_1920_trasparente

Conferenze, attività e visite guidate della Società Tiburtina per l’anno 2020

Ecco il calendario delle conferenze, attività e visite guidate per l’anno 2020 della Società Tiburtina di Storia e d’Arte. Il calendario potrà essere ulteriormente arricchito, ne daremo tempestiva comunicazione.

CONFERENZE E CERIMONIE PER IL NATALE DI TIVOLI

 Giovedì 16 aprile 2020, ore 9,30

Cerimonia di premiazione del premio “Francesco Bulgarini” sulla storia di Tivoli rivolto agli studenti delle classi quinte delle scuole primarie del Comune di Tivoli. Scuderie Estensi.

 

Venerdì 8 maggio 2020, ore 17.30

Zaccaria MARI, L’imperatore Augusto e la ‘società di Augusto’ a Tibur. Fonti scritte e testimonianze archeologiche. Museo della città, via della Carità, 1.

 

 Venerdì 22 maggio 2020, ore 17.30

Maria Luisa ANGRISANI, Il fondo antico della Biblioteca comunale di Tivoli.

Museo della città, via della Carità, 1.

 

 

CONFERENZE PER IL SETTEMBRE TIBURTINO.

Venerdì 11 settembre 2020, ore 17.30

Marcello ORLANDI, L’arte del Rinascimento nella valle dell’Aniene.

Museo della città, via della Carità, 1.

 

Venerdì 25 settembre 2020, ore 17.30

Marina SAPELLI RAGNI e Zaccaria MARI, Il termalismo terapeutico antico nel Lazio.

Museo della città, via della Carità, 1.

 

Venerdì 2 ottobre 2020, ore 17.30

Francesco FERRUTI, Giovanni Battista Piranesi e Tivoli, nel terzo Centenario della nascita.

Museo della città, via della Carità, 1.

 

VISITE GUIDATE

 Sabato 29 febbraio 2020, ore 10.00

Il monastero di Sant’Angelo in Valle Arcese sul monte “della Dea Bona” (in collaborazione con la sezione di Tivoli del Club Alpino Italiano)

 

Sabato 18 aprile 2020, ore 16.00 (situazione sanitaria italiana permettendo)

Alla scoperta della Tibur sotterranea: tra vecchi e nuovi scavi

a cura di Valentina CIPOLLARI, Francesco FERRUTI, Zaccaria MARI, Claudio VECCHI

Appuntamento in piazza del Duomo.

 

Sabato 23 maggio 2020, ore 16.30

Abbazia di S. Giovanni in Argentella (Palombara Sabina): un gioiello di architettura medioevale incastonato nella campagna sabina

a cura di Zaccaria MARI e Antonio PETRINI

Appuntamento all’ingresso dell’abbazia

 

Sabato 12 settembre 2020, ore 16.00

Villa Gregoriana, tra resti antichi e paesaggio romantico

A cura di Francesco FERRUTI e Zaccaria MARI

Appuntamento all’ingresso della Villa in largo Sant’Angelo

 

S_Angelo_Arcese

Successo dell’escursione al Monastero di S. Angelo in Valle Arcese sul monte della “Dea Bona”, sabato 29 febbraio 2020

Si è svolta con successo la splendida escursione, nata dalla collaborazione del Club Alpino Italiano, sezione di Tivoli con la Società Tiburtina di Storia e d’Arte nella giornata di sabato 29 febbraio 2020. Un’occasione per ammirare e godere, con spiegazione mirata, del panorama dal Monte S. Angelo (l’antico Monte Aeflanus) e i resti dell’antico Monastero.

29.02.20 _ CAI _ STSA SantangeloInArcese
……………………………………….

Monte_S_Angelo_29_02_2020_1
Resti del Monastero di S. Angelo in Valle Arcese (courtesy Paola D’Angeli, 29/02/2020)
Monte_S_Angelo_29_02_2020_2
Resti del Monastero di S. Angelo in Valle Arcese (courtesy Paola D’Angeli, 29/02/2020)

………………………………………..

Visita_Monte_S_Angelo_29_02_2020
Il consigliere della STSA dott. Claudio Vecchi illustra la zona del Monastero di S. Angelo in Valle Arcese (courtesy Carlo Placidi, 29/02/2020)

……………………………………….

Monastero_S_ANGELO
La pag. 75 del volume Renzo Mosti, Storia e Monumenti di Tivoli, parte prima: la Storia, aggiornamento e ampliamento di Roberto Borgia, Tivoli, 2019. Il testo, pubblicato in occasione del rilancio del Premio “Francesco Bulgarini” per le scuole primarie, è disponibile gratuitamente in formato pdf sul nostro sito.
scanner008

Un interessante saggio sull’affresco della Madonna della Ghiara di Villa d’Este

Un interessante saggio della dott.ssa Maria Montanari è contenuto nel volume “La Madonna della Ghiara: immagini, devozioni, pellegrinaggi tra Cinque e Seicento”, pubblicato in occasione della Mostra “Da Guarcino a Boulanger. La Madonna di Reggio, Diffusione di un’immagine miracolosa”, Reggio Emilia, 7 dicembre 2019-8 marzo 2020.

Il saggio della dott.ssa Maria Montanari dal titolo “Villa d’Este a Tivoli: l’affresco della Madonna della Ghiara e la devozione dei Cardinali”, arricchito da foto a colori, va dalla pagina 53 alla pagina 67. Del saggio riproduciamo la prima pagina, proponendoci di ospitare a breve una recensione del nostro consigliere prof. Francesco Ferruti.

Copertina_Volume_Madonna_Ghiara_2019
La copertina del volume, stampato a Parma del 2019.
La prima pagina del saggio della dott.ssa Montanari
La prima pagina del saggio della dott.ssa Montanari.
01

Visite guidate al cantiere di restauro del Mausoleo dei Plauzi (gennaio-aprile 2020). Si replica venerdì 28 febbraio 2020.

Visite guidate al cantiere di restauro del Mausoleo dei Plauzi

Da gennaio ad aprile 2020

Tivoli (Rm) – Via Maremmana Inferiore-angolo Via Rosolina, s.n.c.

Promotore: Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per l’Area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale

 Il cantiere di restauro del Mausoleo dei Plauzi, uno dei più importati monumenti antichi di Tivoli, situato lungo la Via Tiburtina presso Ponte Lucano sull’Aniene, ha suscitato, sin dall’inizio dei lavori (marzo 2019), rilevante interesse. Per la prima volta, infatti, dopo i limitati scavi dei decenni scorsi e il monitoraggio delle condizioni statiche, è stato avviato un restauro integrale sia della possente struttura cilindrica di età romana sia del fortilizio-torrione con cui questa venne sopraelevata durante il Medioevo. Il progetto prevede anche lo scavo integrale del basamento contenente la cella funeraria, oggi interrato, il recupero con destinazione a parco archeologico-naturalistico della degradata area circostante e la possibilità di accedere al coronamento merlato.

Considerato il notevole successo delle sporadiche “aperture” del cantiere finora effettuate, la Soprintendenza offre un calendario di visite guidate a cura dei Funzionari e Tecnici impegnati nei lavori, aperte a tutti e a titolo gratuito.

Locandina Visite Mausoleo Plauzi

 Testo illustrativo

01

02

03

Attività, eventi e notizie in evidenza.

Giovedì 5 marzo 2020 ore 16,30. Aula Magna del Liceo Classico in via Giorgio Petrocchi (già via Rivellese). Presentazione del progetto: “Tiburis itinera. Laboratorio di schedatura e restauro”. RINVIATA A DATA DA DESTINARSI.

………..

Giovedì 5 marzo 2020 ore 16,30. Saletta del Caffè Flo’s in Via di Ponte Gregoriano, 3 a Tivoli. Conversazione sul tema: Donne della Valle dell’Aniene, a cura di Giusi Martinelli (attrice, regista e scrittrice teatrale). RINVIATA A DATA DA DESTINARSI.

……….

Un interessante saggio sull’affresco della Madonna della Ghiara di Villa d’Este.

Pubblicato il n. 78 di “Aequa”.

La Mostra sul “Lapis Tiburtinus” prorogata fino al 30 agosto 2020.

Visite guidate al cantiere del Mausoleo dei Plauzi.

 

Aequa_78_1

Pubblicato il n. 78 di “Aequa”, indagini storico-culturali sul territorio degli Equi.

Annunciamo con piacere l’uscita del n. 78 del quadrimestrale “Aequa”, che con questo numero del dicembre 2019, compie ben ventuno anni di attività. Ad maiora, a tutto il comitato della Rivista!

La Rivista può essere acquistata presso la Libreria Gurgone in viale Tomei 49 a Tivoli; a Vicovaro nella tabaccheria edicola; a Carsoli nell’edicola davanti coop zona supermercati; a Carsoli nella libreria Origami; a Carsoli nell’edicola Mercuri; a Tagliacozzo nella libreria in   piazza dell’obelisco. Naturalmente la Rivista viene spedita gratuitamente ai soci dell’Associazione Culturale “Aequa” (Leggi sotto)
Aequa_78_1
Aequa_78_2

Aequa_78_3

Attività sociale 2020

 

 

Per l’anno in corso la Società Tiburtina di Storia e d’Arte, oltre alle consuete conferenze e visite guidate delle quali informeremo tra breve, ha proposto al Sig. Sindaco di Tivoli due importanti iniziative.

1) Conferenza curata dal presidente prof. Vincenzo G. Pacifici su storia, vicende e attualità della Società Tiburtina di Storia e d’Arte nella ricorrenza del centenario della fondazione del sodalizio.

2) Conferenza curata dal prof. Francesco Ferruti per commemorare Giovanni Battista Piranesi ed illustrare la sua opera relativamente alla città di Tivoli, nel tricentenario della nascita del grande artista veneto.

5_Tavola_XVI_Cava_unita_

Mostra “Lapis Tiburtinus. La lunga storia del travertino” prorogata fino al 30 agosto 2020

Museo della città in Piazza Campitelli a Tivoli

La mostra “Lapis Tiburtinus – La lunga storia del Travertino”,  presso il Museo della Città  di Tivoli sito in via della Carità 1 (Piazza Campitelli), curata da Maria Antonietta Tomei e Fabrizio Mariotti, ha ottenuto un notevole successo sia in termini di critica che di pubblico ed è stata prorogata fino al 30 agosto 2020. Verrà altresì ristampato il Catalogo della Mostra.

mostra_proroga_2020-1

L’inaugurazione è avvenuta sabato 11 maggio 2019 alle ore 17,30, con grande affluenza di pubblico.

(Nella foto in basso, Fabrizio Mariotti e la dott.ssa Maria Antonietta Tomei, curatori della Mostra, insieme al Sindaco di Tivoli prof. Giuseppe Proietti)

Inaugurazione_Mostra_Travertino_11_maggio_2019

la Mostra resterà aperta fino 30 agosto 2020.

Locandina_Mostra_TravertinoPieghevole_Mostra_Travertino_1

Pieghevole_Mostra_Travertino_2

Il presidente della Società Tiburtina di Storia e d’Arte prof. Vincenzo Pacifici, il presidente onorario prof. Cairoli Fulvio Giuliani, il vicepresidente prof. Roberto Borgia e i consiglieri prof. Francesco Ferruti, prof. Franco Sciarretta e dott. Zaccaria Mari e la consocia dott.ssa Valentina Cipollari hanno collaborato attivamente per questa Mostra, anche con contributi presenti nel catalogo della Mostra stessa, catalogo curato dalla prof. Maria Antonietta Tomei e dal prof. Roberto Borgia.

5_Tavola_XVI_Cava_unita_
Tavola XIV, Cave di travertino e operai al lavoro, da ZABAGLIA 1743.

 

LA LUNGA STORIA DEL TRAVERTINO

è con grande soddisfazione che l’Amministrazione Comunale presenta la nuova Mostra allestita nel Palazzo della Missione, mostra che si estende ad occupare anche il secondo piano del Museo della città, di cui è appena finito l’accurato restauro coordinato dal Dipartimento VIII del Comune. Per l’occasione, dunque, tutti gli spazi disponibili del palazzo sono dedicati ad un allestimento che durerà per tutto il 2019 e che si presenta di eccezionale rilevanza per Tivoli, perché tratta di un materiale, il Travertino, famoso per il suo grande utilizzo in tutto il mondo.

Come noto, il termine “Travertino” risulta dalla corruzione del latino lapis Tiburtinus: la pietra tiburtina fu così denominata in quanto le cave più importanti si trovano nel territorio dell’antica Tibur.

Si tratta di un calcare dotato di caratteristiche particolarmente adatte all’uso edilizio: materiale che ha avuto una vastissima diffusione nell’architettura romana di tutti i tempi, al punto da essere conosciuto come “Travertino romano”. Pur se questo tipo di pietra viene estratto anche in altre regioni italiane (Toscana, Marche, Lazio, Campania, Molise) ancora oggi dall’area di Tivoli e Guidonia ne proviene la maggior quantità e la migliore qualità.

Per la sua capacità di non alterarsi nelle condizioni ambientali più difficili, risulta una pietra ideale per tutti i tipi di realizzazioni architettoniche: dalle parti strutturali ai rivestimenti di facciata, dalle pavimentazioni agli arredi, alle sculture e così via.

Fin dall’epoca romana il Travertino è stato usato per gli edifici più importanti: oltre ai templi, agli archi trionfali e ai teatri, ricordiamo che il Colosseo, il monumento più famoso e visitato di Roma, fu edificato con blocchi di pietra tiburtina. In età rinascimentale e barocca moltissime chiese e palazzi patrizi ebbero la facciata rivestita di travertino e con il lapis Tiburtinus furono costruite la Basilica con il colonnato di S. Pietro e le splendide fontane del Bernini.

Come ben illustrato nel Catalogo, l’utilizzo del Travertino a Roma è proseguito nel XX secolo, con le grandiose costruzioni dell’Eur e ancora, ai giorni nostri, è stato utilizzato dai più famosi architetti per il Museo dell’Ara Pacis e la chiesa di Tor tre Teste; per l’ Auditorium; per la Moschea, per la Nuvola dell’Eur.

La Mostra, alla quale hanno collaborato l’Istituto Villa Adriana-Villa d’Este, la Soprintendenza territoriale di Stato e il Centro per la valorizzazione del Travertino romano, è stata curata da Maria Antonietta Tomei, consigliere del Sindaco per i Musei Civici, insieme a Fabrizio Mariotti, della società Carlo Mariotti & figli S.p.a., che ha interamente finanziato il Catalogo.

I grandi progetti architettonici realizzati in tutto il mondo, ai quali 1′ allestimento dà ampio risalto, sono una straordinaria testimonianza non solo dell’importanza del lapis Tiburtinus, ma anche delle grandi capacità delle maestranze e delle aziende di Tivoli e del territorio, che lo hanno fornito e lavorato.

Il Catalogo è stato curato con grande attenzione da Maria Antonietta Tomei e da Roberto Borgia, della Società Tiburtina di Storia e d’Arte, ai quali vanno tutti i miei ringraziamenti.

 Giuseppe Proietti

Sindaco di Tivoli

 

Indice_Catalogo_Lapis_Tiburtinus_2019

Suppl. Atti e Mem XCII - 2019_Pagina_03

Presentato il XCII volume degli ATTI E MEMORIE, venerdì 13 dicembre 2019.

xxx_Logo Comune di Tivoli

Stemma_Societa_1920_trasparente

Il giorno venerdì 13 dicembre 2019 alle ore 17,00 nelle Scuderie Estensi in piazza Garibaldi a Tivoli è stato presentato il novantaduesimo volume degli “Atti e Memorie della Società Tiburtina di Storia e d’Arte”. Si tratta quest’anno di due tomi, uno per gli ATTI E MEMORIE veri e propri (di cui si allega l’indice) e un supplemento contenente gli indici della rivista dall’anno 1986 al 2018 curato dal prof. Franco Sciarretta, con la collaborazione del prof. Francesco Ferruti.

I due volumi posso essere ritirati nella sede della Società (Museo della città in via della Carità, 1 a Tivoli, il sabato ore 15,30-17,00) oppure presso la Galleria ’90 in via del Trevio, 90 a Tivoli in normale orario di negozio.

iNDICE_atti_92_1

 Indice_ATTI_92_2

 

 

Suppl. Atti e Mem XCII - 2019_Pagina_03

In basso: alcuni momenti della presentazione degli ATTI E MEMORIE, foto per gentile concessione, dalla pagina Facebook del NOTIZIARIO TIBURTINO.